Lindy Hop

I corsi di Lindy Hop a Milano

Annalena Berton insegna Lindy Hop

L’insegnante di Lindy Hop Annalena Berton

Se vuoi informazioni contattaci a info@ilmosaicodanza.it o chiama lo 0258317962

Il saggio del corso di Lindy Hop

Il saggio del corso di Lindy Hop

Lezioni

I corsi di Lindy Hop a Milano sono tenuti da Annalena Berton, che vedi nel video, e dai suoi assistenti

Sede: Via Pomezia 12 (MM1 e 2 Loreto)
Martedì
+21.30-23.00 Lindy Hop Principianti (open day 11 aprile)
Mercoledì
+ 20.00-21.00 principianti
+ 21.00-22.00 intermedi
+ 22.00-23.00 avanzati
Giovedì (nuova apertura da gennaio!)

+ 20.45-21.45  principianti
+ 21.45-22.45  principianti
Venerdì
+ 20.30-21.30 principianti

Sede: Via Trebbia 15 (MM3 Porta Romana)
Martedì
+ 21.30-22.30 principianti

Se preferisci Boogie, Blues e Rockabilly, nella sede di Via Pomezia 12 Milano, zona Loreto:

  • Corso annuale di Boogie Woogie Martedì 21.30-22.30
  • Corso annuale di Rockabilly Martedì 20.30-21.30

Minicorsi

  • Boogie Woogie il Sabato alle 15. Date: 28 Gennaio e 4/11/18 Febbraio.
  • Rockabilly il Venerdì alle 19.30. Date: 20 e 27 Gennaio e 3 e 10 Febbraio.
  • Blues il Sabato alle 16. Date: 21 e 28 Gennaio e 4 e 11 Febbraio.

Trattandosi di un ballo di coppia, la cui dimensione sociale è importantissima, richiede l’affinazione di capacità di comunicazione con il partner, elemento fondamentale per dare spazio alla creatività personale, una volta appresi i fondamenti della tecnica. Alcuni danzatori sono in grado di ballare in maniera molto acrobatica, compiendo evoluzioni incredibili, ma questo non è un obbligo: c’è spazio per tutti, al di là del proprio livello di allenamento fisico o delle capacità tecniche, il suo primo valore è comunicazione ed energia, e gioia di stare con gli altri.

entusiasno nel ballare lindy hop

L’entusiasmo

Trae le sue origini dal Charleston e da altre forme di Jazz degli anni ’20, che si sono evolute e diffuse negli anni 30 e 40, nella “Swing Era”.
Si balla su musica Swing, a differenza di tutti i balli che sono nati in seguito, sullo stesso filone, come il  Rock ‘n Roll, il Rockabilly, il Jive, il Boogie, che hanno generi musicali specifici.
Il cuore è proprio la pulsazione ritmica che è tipica dello Swing: praticare questa danza significa essere in sintonia con la musica, che è sempre ritmata e sincopata.

Per avere idea dell’energia del Lindy Hop, cerca su youtube il film Hellzapoppin!

I passi sono spesso improvvisati, soprattutto quando i danzatori abbiano raggiunto un livello tecnico buono, e corrispondono al proprio “sentire la musica”, lasciando grande libertà di esprimersi attraverso una profonda comunicazione nella coppia, come in una vera e propria conversazione. Per questo motivo è fondamentale trovare il proprio stile espressivo personale, senza l’esigenza di aderire ad un rigido cliché: ogni ballerino appare quindi completamente diverso dagli altri.

La passione per questo genere è oggi in grandissima diffusione:  esistono tantissime serate in cui ballare ed ascoltare musica, ed è possibile partecipare ad eventi e workshops in tutta Europa, Asia e negli USA: basta cercare on line e ci sarà subito chiaro che esiste una grande comunità di appassionati in tutto il mondo!

I corsi di Lindy hop a Milano stanno impazzando, e noi capiamo benissimo il perché.

Perché si chiama così?

Secondo la leggenda, il nome Lindy Hop fu creato da Shorty George Snowden: all’epoca della trasvolata sull’Atlantico del famosissimo Charles Lindbergh (detto Lindy), durante una maratona di ballo Shorty eseguì un particolare passo, e quando gli chiesero che passo fosse… gli venne in mente di dedicarlo al “salto” (hop, appunto) di Lindy, cioè il “Lindy hop”, di cui tutti i giornali parlavano all’epoca!