CORSI ESTIVI LUGLIO 2017

Siete tutti pronti???

Al Mosaico Danza non ci arrendiamo nemmeno con il caldo! Per voi tantissimi corsi che vi permetteranno di tenervi in forma e in allenamento anche durante il mese di luglio, il divertimento è assicurato! Quindi cosa aspettate?

L’estate è il momento giusto per dedicarti un po’ di tempo per te, e al Mosaico Danza ci siamo organizzati per offrirti tante proposte! Abbiamo in programma di farti divertire anche con il caldo!

Potrai seguire le lezioni a moduli assolutamente personalizzabili, per assecondare al meglio la tua voglia di danzare e di muoverti. Il caldo non ci fa paura (anche perché abbiamo l’aria condizionata!). Inoltre, passati i saggi, e con il clima da pre-vacanza, si amplificano quell’entusiasmo e quella voglia di fare qualcosa per sé, di divertirsi e star bene, ma spesso i corsi a luglio sono terminati. Invece al Mosaico si può danzare e fare esercizio proprio fino a quando arriverai a lezione con le ciabatte da mare e il costume da bagno, e con la valigia pronta per partire per le vacanze!

Avremo corsi estivi di:

Flamenco, Tango, Salsa, Lindy Hop, Balboa, Pilates, Danza Classica, Hip Hop, Reggaeton, Dancehall, Contemporary Tribal Fusion, Lyrical Arab Dance, Zumba

Le sedi sono Via Pomezia 12 zona Loreto e Via Passeroni 6 zona Porta Romana

Flamenco:  tecnica corporea, workout e seat workout (lavoro corporeo speciale finalizzato ad allenare per il flamenco e a rendere il corpo efficiente ed espressivo), lavoro espressivo, teoria del flamenco e radici arabe della musica flamenca, giochi ritmici e palmas, lavoro di ritmico di piedi, Sevillanas
Workout: luendì e mercoledì 18.45-19.45
Seat Workout: martedì 19.45-20.45
Tecnica corporea: lunedì 19.45, martedì 18.45, mercoledì e giovedì 20.45
Ritmica di piedi: martedì 20.45, mercoledì 21.45, giovedì 19.45
Palmas e giochi ritmici: lunedì 21.45
Sevillanas: martedì 21.45 e giovedì 18.45
Teoria, dalla musica araba al flamenco, filosofia del flamenco: lunedì 20.45, giovedì 21.45

Lyrical arab dance (sede: Porta Romana)
Mercoledì 18.45-20.45

Tango (sede: Porta Romana)
Lunedì 20.45-21.45

Salsa (sede: Loreto)
Livello principianti assoluti martedì 20-21
Livello Base 2 lunedì e mercoledì
Livello intermedio martedì 21-22

Lindy Hop (sede: Loreto)
Base da zero Lunedì 20.30-21.30
Base 1 (per chi balla da qualche mese) martedì 20.30-21.30
Base 2 (per chi balla da almeno 8 mesi) martedì 21.30-22.30 e mercoledì 20-21
Intermedio mercoledì 21-22
Avanzato mercoledì 22-23

Balboa (sede: Loreto)
Lunedì 21.30-22.30

Boogie Woogie  (sede: Loreto)
martedì 20.30
Rockabilly (sede: Loreto)
martedì 21.30

Zumba (sede: Loreto)
Lunedì 19.45-20.45

Pilates (sede: Loreto)
Lunedì 19.45-20.30
Mercoledì 18.30-19.15 e 19.15-20

Danza Classica (sede: Loreto)
Giovedì 6 luglio ore 20-21.30

Hip Hop (sede: Loreto)
martedì 19-20.15

Reggaeton, Dancehall (sede: Loreto)
lunedì e martedì

Contemporary Tribal Fusion (sede: Loreto)
mercoledì 19.30-20.30

Lyrical Arab Dance (sede: Porta Romana)
mercoledì 18.45-20.45

Siamo ancora in fase di programmazione per le altre lezioni, tenete sempre d’occhio la pagina mi raccomando!!! 🙂

Corso di Training Autogeno

Rilassamento e benessere psicologico

DATE E ORARI:
Il corso si terrà sabato 18, 25 Febbraio e sabato 11,18 marzo

SEDE:
Il Mosaico Danza
Via Pomezia, 12

Il nostro corpo e la nostra mente si influenzano reciprocamente, reagendo alle situazioni che ci troviamo a fronteggiare come un’unità globale. Dolori cronici, tensioni muscolari, disturbi gastrointestinali, insonnia, ansia, problematiche psicosomatiche e stanchezza eccessiva sono messaggi del nostro corpo e della nostra mente, i quali ci chiedono di trovare un momento per riconnetterci a noi stessi.
Il TRAINING AUTOGENO è una tra le più efficaci tecniche di rilassamento e si basa su solide evidenze scientifiche. Esso permette, attraverso specifici esercizi, di “allenarsi” a raggiungere una condizione di distensione muscolare e viscerale profonda, in grado a sua volta di sollecitare una condizione di rilassamento e benessere psicologico.

A CHI È RIVOLTO IL CORSO?
Il corso è rivolto a tutti coloro che sono curiosi di esplorare i numerosi benefici del Training Autogeno, a coloro che avvertono il bisogno di concedersi un momento per “rallentare” e a chi desidera sviluppare efficaci strategie per entrare in contatto con sé e costruire un nuovo equilibrio in grado di coinvolgere tanto il corpo quanto la psiche.

DETTAGLI SUL CORSO:
Il corso si articola in 4 incontri. Il primo, della durata di 1h e 30, comprenderà una breve parte teorico-introduttiva finalizzata ad una maggior comprensione dei fondamenti del Training Autogeno. I successivi tre incontri dureranno un’ora circa. Durante il corso, i partecipanti saranno guidati nell’apprendimento degli esercizi fondamentali di tale tecnica, attraverso un percorso pratico-esperienziale.
Tutto ciò che ti serve è indossare abbigliamento comodo!

 

 

Formazione per insegnanti

Metodo Todaro, un sistema rivoluzionario per approcciare l’insegnamento di tutte le discipline corporee

Sede: Via Pomezia 12 (MM1 e MM2 Loreto) Milano

L'uomo vitruviano di Leonardo

L’uomo vitruviano di Leonardo

Programma generale del corso:

  • Uso pedagogico di scelte musicali e lavoro espressivo
  • Pedagogia e gestione delle lezioni
  • Psicologia e conoscenza di sé
  • Gestione dei gruppi
  • Tecniche di osservazione e comunicazione
  • Neurologia e sviluppo psicomotorio, cenni di patologia
  • Anatomia, cenni di patologia

Un corso pluridisciplinare che fornisce gli strumenti per organizzare al meglio le proprie conoscenze e competenze e poterle così offrire in maniera più efficace e piacevole agli allievi.

Lavorando sul corpo occorre conoscere bene come funziona, e comprenderne la natura profonda a fine di assecondare la spontaneità e la profonda eleganza che Madre Natura ha posto in tutti gl animali, incluso l’uomo. Studiare l’anatomia e avere le idee chiare riguardo a ciò che il corpo può fare con precisione è estremamente utile, ma è la neurologia che ci dice come i movimento venga prodotto e come, pertanto, possiamo assecondare i meccanismi spontanei che lo generano, sfruttandoli a nostro favore.

Spesso in una lezione di danza o in generale di una forma di training fisico, si tiene presente in primo luogo l’esigenza di insegnare forme e regole tecniche ed esecutive, a prescindere dal fatto che queste possano danneggiare o favorire la buona salute e il buon funzionamento dell’intera struttura. Saper eseguire un gesto senza esserne pienamente consapevoli può non essere sufficiente a renderlo efficace dal punto di vista espressivo e sicuramente non lo è se si desidera comunicarlo a chi non lo conosce. Inoltre per insegnare sono necessarie doti di comunicazione, di empatia, di gestione del gruppo, di organizzazione della durata della classe e dell’intero percorso: approcciare l’allievo con cura e attenzione in modo naturale lo mette a proprio agio e lo pone quindi nelle migliori condizioni per favorire l’apprendimento.

immagine dedicata alle forme di comunicazione

Le diversi forme di comunicazione

La coscienza del proprio linguaggio corporeo e la capacità di leggere quello altrui sono elementi essenziali per rendere efficace e anche piacevole il assaggio delle informazioni, e motiva lo studente -e anche il maestro- a continuare ad approfondire lo studio di una disciplina. L’uso corretto della voce e del suono, musica compresa, durante la lezione può essere un elemento determinante a creare o meno il buon funzionamento della classe.

Il metodo nasce dall’esperienza di Sabina Todaro nel campo dell’insegnamento e dalla sua collaborazione con varie figure: pedagogisti, medici, osteopati, danzatori, attori, musicisti, insegnanti di varie discipline corporee, come Yoga, Pilates, Feldenkrais, counselors, insegnanti di tecniche di massaggio, esperti di percorsi di benessere, crescita personale e comunicazione, Floriterapia, Costellazioni familiari, Nuova Medicina…

Tag dei vari aspetti dell'insegnamento

I vari aspetti dell’insegnamento

Vengono forniti gli elementi per organizzare e sistematizzare le proprie conoscenze e competenze tecniche specifiche, utilizzando un metodo chiaro e logico, che si può adattare all’insegnamento di qualsiasi forma di movimento: fra le persone che lo hanno seguito c’è chi lo usa per insegnare danza e teatro per bambini, danza classica, moderna, contemporanea, orientale, gitana, tango, flamenco, balli da sala, pilates, e altre forme di lavoro corporeo. Vi sono inoltre counselors ed insegnanti di musica che applicano questo metodo!

Struttura del percorso:

n.b. Vengono fornite dispense originali che permettono lo studio senza obbligare all’acquisto di altri materiali didattici.

Week end introduttivo

La neurologia, punto di forza del lavoro!

La neurologia, punto di forza del lavoro!

Durata 14 ore
Attraverso questa esperienza breve l’allievo può verificare se il metodo è di suo interesse, e decidere se proseguire l’approfondimento.
Programma: Introduzione alla terminologia anatomica e alla struttura di base della neurologia
Come lavorare sulla statica e sulla dinamica
Come organizzare una lezione
Cenni sulla comunicazione
Guida alle scelte musicali

Primo livello:

Durata 55 ore suddivise in 5 week end
Esplorazione della struttura anatomica di tutto il corpo e delle sue implicazioni psicosomatiche
Neurologia
Psicologia e pedagogia

scritta "pedagogia"

La pedagogia

Secondo livello:

Durata 55 ore suddivise in 5 week end

Terzo livello:

Durata 55 ore suddivise in 5 week end

Orari

Il sabato dalle 18.00 alle 21.00
La domenica dalle 10.00 alle 18.30 con pausa pranzo di 30 minuti

Elaborati

Durante il percorso verranno presentati dall’allievo elaborati su temi specifici e verifiche sui temi trattati
L’esame finale di ogni livello comprende:
– Discussione di una tesi scritta di argomento a scelta inerente ai temi trattati, nella quale si presenta una ricerca di lavoro operativa e assolutamente personale
– Simulazione di una lezione di circa 1 ora

Certificazioni:

Attestato di frequenza a chi frequenta il 75 % delle lezioni e gli elaborati richiesti nel percorso senza sostenere l’esame finale (è possibile recuperare le lezioni eventualmente perse durante i successivi cicli del corso)
Diploma per chi supera l’esame finale.

Per iscriversi al corso è necessario:

– Formazione in una qualsiasi forma di danza o di lavoro corporeo, verificabile
– Presentazione discorsiva della propria formazione nel campo della danza, del lavoro corporeo, di altre forme artistiche, della comunicazione,  evidenziando tutto ciò che si ritiene importante nella propria crescita personale e professionale
– Motivazioni a seguire il corso ed aspettative
– Colloquio preventivo con Sabina Todaro

 

Flamenco

Creatività, espressività e musicalità al cuore dell’Andalusia

I nostri corsi di Flamenco a Milano si tengono per i livelli dal principiante al professionista tutti i giorni, dal lunedì al giovedì compresi e il sabato: Via Passeroni 6 (MM3 Porta Romana) Milano
Sede delle lezioni del venerdì: Via Pomezia 12 (MM1 e 2 Loreto) Milano

Allieve dei nostri corsi di flamenco

Allieve dei nostri corsi di flamenco

Orario 2016-2017

Corsi per bambini in Porta Romana

Martedì
Giocoflamenco (3-5 anni) 17.00-17.45
Flamenco per bambini (dai 6 anni) 17.45-18.30

Principianti in Porta Romana

Martedì 18.30-20.00 (principianti/intermedi)
Martedì 21.30-23.00
Giovedì 19.15-20.45
Sabato 13.00-14.30

Principianti in Loreto

Mercoledì 13.00-14.30 (su prenotazione)

Intermedi in Porta Romana

Lunedì 18.30-20.00 coreografia Solea de Cadiz
Lunedì 20.00-21.30 coreografia Garrotin
Martedì 20.00-21.30 coreografia Farruca
Sabato 14.30-16.00 coreografia Tientos

Allievi di flamenco al saggio

I principianti al saggio

Intermedi in Loreto

Venerdì 12.00-13.30 coreografia Garrotin

Avanzati in Porta Romana

Lunedì 21.30-23.00 (su prenotazione)
Mercoledì 18.45-20.15 coreografia Zorongo
Mercoledì 21.15-21.45 coreografia Tangos
Mercoledì 21.45-23.15 coreografia Tango de Malaga
Giovedì 22.00-23.15 Malaguena por abandolao
Sabato 17.00-18.30 Siguiriya

Avanzati in Loreto

Venerdì 13.30-15.00 Siguiriya

Sevillanas porta romana

Sabato mattina orario da definire

Workout e ritmica e guida all’improvvisazione

Mercoledì 20.15-21.15
Giovedì 21.00-22.00
Sabato 16.00-17.00

Tag cloud flamenca

Tag cloud flamenca

Studiare baile nei corsi di Flamenco a Milano (visita anche il sito specifico dedicato www.flamencomilano.it) non significa imparare quattro movimenti e due ritmi, ma implica l’affacciarsi ad un mondo, che va rispettato nella sua essenza.

Il flamenco è una cultura complessa e profonda. Esplorarla a fondo richiede una vita intera, e non basta. Per chi studia questa forma d’arte è importante sapere che si tratta di un universo da  esplorare e da capire.

Le lezioni del Mosaico Danza asd comprendono uno speciale lavoro corporeo di preparazione (workout), esercizi tecnici di movimento e ritmica, lo studio di una coreografia creata secondo i bisogni, le capacità ed i gusti di ogni gruppo, che viene rappresentata in teatro a fine giugno con l’accompagnamento di 6 musicisti dal vivo. In ogni classe è prevista una parte dedicata alla teoria del flamenco e alla sensibilizzazione all’ascolto, in collaborazione con musicisti dal vivo, ed un lavoro di teatralizzazione, espressività e presenza scenica (Body work).

I corsi di Flamenco a Milano sono sempre tenuti dall’instancabile Sabina Todaro secondo una particolarissima ed unica pedagogia, con l’accompagnamento alla chitarra di Antonio Porro, di Francesco Perrotta alle percussioni e sensibilizzazione al ritmo, e con la collaborazione del meraviglioso cantaor Jeromo Segura, che viene appositamente dalla Spagna.

Nell’intento di dare di questa forma d’arte la panoramica più ampia possibile, Il Mosaico Danza asd offre corsi e stages di Giocoflamenco per bambini, di Baile flamenco, di guida all’improvvisazione e al montaggio coreografico, di teoria, di ritmica, zapateo e palmas, di lingua spagnola, di Sevillanas.
E’ possibile fare una lezione di prova in qualunque momento dell’anno, anche a corsi iniziati, prenotandosi in segreteria, tenendo sempre presente che il lavoro coreografico diviene via via più complesso.

Strumento per tutti gli iscritti ai corsi (d’obbligo per chiunque ami il flamenco e segua i corsi di flamenco a Milano) è la visita al nostro portale tematico www.mosaicoflamenco.com in continuo aggiornamento!

Lyrical Arab Dance e Hilal Dance

Le tradizioni della danza del mondo arabo in chiave contemporanea ed espressiva

danza espressiva

Espressività della danza araba

Nella lezione di Lyric Arab Dance a Milano, condotta da Sabina Todaro, si esplorano le potenzialità espressive della danza araba, alla ricerca della propria creatività e musicalità in linea con la tradizione.

Orari

  • Giovedì dalle 14.30 alle 16.00 Sede: Metiss’art, via Morbelli 7  (MM1 Amendola- MM1 De Angeli)
  • Venerdì dalle 19.00 alle 20.30 Sede: Via Pomezia 12 (MM1 e 2 Loreto)

Se ti incuriosisce, trovi maggiori informazioni sul nostro portale www.lyricalarabdance.it


Il corso viene condotto secondo il concetto della Lyrical Arab Dance, e utilizza le chiavi di lettura dinamiche della Hilal Dance, il lavoro dei coreografi e danzatori Suraya Hilal e Alessandro Bascioni.
Per maggiori informazioni sul lavoro di Suraya Hilal: http://www.hilaldance.com/it-hilal-dance/hilal-dance.php

Esplorando i movimenti di parecchie forme coreutiche orientali, dalle danze berbere nord africane alle danze di corte algerine, alle danze egiziane e libanesi, alle danze di trance di origine sufi e mistica, senza volerle copiare testualmente, si elaborano i movimenti come spunti di ricerca di ulteriori possibilità liriche contemporanee, e soprattutto come chiavi per esprimere ciò che abbiamo dentro.

Struttura delle lezioni

Nel nostro corpo esistono tutte le possibilità dinamiche: per esplorarle, abitarle al meglio e liberarne le potenzialità espressive occorre imparare ad ascoltarsi, e avere un corpo centrato, allungato e allenato muscolarmente.

Il training inizia con un lavoro corporeo, sempre accompagnato da musica araba e anche da altre sonorità, con una scelta di brani di ottima qualità artistica, che rispettino la logica intrinseca della musica orientale anche sconfinando ben al di là di essa.
Si entra nel corpo in piedi, allungando e sciogliendo tensioni, soprattutto della zona delle spalle, del collo e della cassa toracica, alla ricerca della forza del centro, con particolare attenzione ai muscoli posturali, dagli obliqui dell’addome agli ischiocrurali, agli psoas, al pavimento pelvico, al rinforzo di grandi pettorali, deltoidi, glutei e muscolatura delle gambe. L’attenzione al corpo e al respiro consapevole è sempre presente.

Si dedica parecchia attenzione ai piedi, all’appoggio, curando che la stabilità e l’equilibrio forniscano il sostegno al flusso dell’energia dal centro del corpo verso tutte le membra.

foto di hilal dance

Hilal Dance al saggio

Si ricerca il ripristino dei più naturali pattern motori antigravitari (omolaterali, controlaterali in rotazione assiale e sagittali), mediante la creazione di linee curve, oblique e ondulate che coinvolgono sempre tutto il corpo.
Una parte della sessione è sempre dedicata ad esercizi a terra, molto accurati ed efficaci, finalizzati a trovare maggiore mobilità, fluidità ed a scoprire e rinforzare nel corpo le risposte motorie organiche, alla ricerca della espressività anche nell’esercizio, che non è mai fine a se stesso.
Nella lezione di Lyric Arab Dance a Milano, terminata la parte al suolo, si affrontano il ritmo e l’uso dello spazio, e si esplorano le dinamiche mediorientali più caratteristiche (vibrazioni, oscillazioni, ondulazioni, torsioni ecc.) in una atmosfera sempre ludica, che favorisce lo sviluppo dell’intuizione , della spontaneità e dell’ascolto guidato.

Accanto a questo aspetto più tecnico vengono esplorate le possibilità di movimento e di comunicazione con l’altro,  con lo spazio e con la musica, sempre attraverso il gioco, la gioia e il piacere allo scopo di riconoscersi attraverso la danza nella propria umanità, da cuore a cuore.
Si sfocia quindi in una danza estremamente espressiva e gioiosa. Alla fine dell’incontro si esce con la sensazione di aver lavorato tanto ma con il sorriso e senza fatica, e il corpo si sente libero, stabile e vibrante.

foto del Saggio di Lyrical Arab Dance

Saggio di Lyrical Arab Dance

Lyrical Arab Dance

Frutto degli studi e delle sperimentazioni di Sabina Todaro sulle danze del mondo arabo e sul Flamenco, unite alle sue competenze di psicologia, pedagogia, neurologia, anatomia e fisiologia, la lezione di Lyrical Arab Dance a Milano è un momento di ricerca espressiva, lirica, appunto. Danzare nei paesi arabi significa prima di tutto gioia di vivere, benessere, voglia di comunicare, di vivere nel proprio corpo con piacere e senza giudizio.

Occorre quindi svolgere un lavoro corporeo molto forte, che è finalizzato a rinforzare, allungare e centrare il corpo, ed è già una vera e propria danza: lontano dall’idea che il training fisico debba essere un momento di puro esercizio, la preparazione alla Lyrical Arab Dance cura in ogni minimo particolare la qualità lirica del gesto, dando un significato espressivo ad ogni movimento, sempre. Anche il lavoro posturale e di allenamento muscolare viene condotto in questa direzione, al fine di poter in seguito essere preparati alla danza come comunicazione.

Un altro momento importante è l’attenzione al valore delle parole delle canzoni (in inglese Lyrics), che non vengono seguite alla lettera ma rispettando l’essenza della poetica orientale: quella di creare delle fotografie di situazioni, evocando emozioni e sensazioni senza l’intento di raccontare storie.

Hilal Dance

Hilal Dance

Hilal Dance

La Hilal Dance nasce dalla creatività artistica di Suraya Hilal, danzatrice e coreografa egiziana. Basandosi sulle dinamiche tradizionali egiziane, fluide e fortemente musicali, Suraya ricerca il movimento puro, essenziale, privo di inutili decorazioni, che permetta l’espressione della bellezza e della poesia del corpo danzante. Il gesto si basa sull’integrare in maniera completa, integrata  e coerente tutte le membra, assecondando la natura profonda del movimento umano.  Fisicamente ci si  appoggia su tre forme di base, che creano tutte le dinamiche curve, lineari e teatrali: pendolo ( o movimento omolaterale frontale), forbici (o movimento in torsione controlaterale) e spiral.

Per altre informazioni sulle danze orientali puoi visitare www.musicaedanzaorientale.it